Ricerca perdite acqua Firenze

Le perdite d’acqua sono un problema che non va trascurato. Cercarle è un lavoro insidioso ma che dev’essere necessariamente attuato per evitare rincari della bolletta e danneggiamenti dell’abitazione, che a lungo andare potrebbero aggravarsi e quindi diventare più costosi da riparare.

COME RILEVARE UNA PERDITA DI ACQUA?

ricerca perdite acqua firenze
ricerca perdite acqua firenze

Molte volte capita che le perdite di acqua non si manifestino e che quindi l’alone di umidità tipico non sia visibile.
In questi casi, dunque, com’è possibile rilevare velocemente una perdita d’acqua nell’impianto di casa?
Prima di iniziare è bene tenere a mente che nelle case d’epoca, il cui impianto non è mai stato sottoposto a manutenzione, è più frequente incorre in questo tipo di prolemi. Tuttavia, è possibile capire con largo anticipo se le tubature hanno una qualche perdita attraverso i seguenti metodi:

1) Chiudere tutti i rubinetti ed ascoltare i rumori provenienti dai tubi: se da essi proviene ancora rumore, probabilmente c’è una perdita in corso.

2)Fare un rapido controllo dei rubinetti. Chiudendo a turno uno dei rami collegati, è possibile notare se il contatore smette di girare o meno.

3)Tenere sotto controllo i consumi, monitorando periodicamente i contatori dell’acqua. In questo modo sarà possibile individuare un eventuale dispendio di acqua anomalo.

Con questi brevi controlli non è, tuttavia, possibile avere la piena certezza dell’esistenza della perdita, ma solo il sospetto: per esserne sicuri è bene contattare uno specialista che agisca con le strumentazioni necessarie.

IL LAVORO DELLO SPECIALISTA RICERCA PERDITE ACQUA FIRENZE:

Esistono dispositivi all’avanguardia, importanti per la diagnosi di guasti alle tubazioni e per il rintracciamento delle perdite, come ad esempio:

  • Il rilevamento di perdite tramite gas tracciante: una tecnica molto utile per la ricerca di infiltrazioni d’acqua e perdite idriche nascoste. È un metodo di rilevamento molto versatile, che è possibile usare sia in ambienti esterni che interni. Anche in questo caso si tratta di un’azione veloce e non invasiva, che individua precisamente il guasto. Il gas tracciante viene immesso a pressione nei tubi. Tramite un rilevatore di gas viene poi rintracciata la presenza di gas nel punto esatto della perdita.
  • L’indagine geofonica o il rilevamento acustico delle infiltrazioni utilizza degli strumenti per la localizzazione acustica, ovvero il geofono professionale. Questo metodo è utilizzato soprattutto per la ricerca di enormi perdite sotterranee. La geofonia permette di intervenire in maniera selettiva; questa ci aiuta, per l’appunto, a creare una mappatura del percorso della tubazione, isolando i punti dove il tubo perde. Il geofono permette la filtrazione dei suoni prodotti dalla perdita d’acqua, rispetto alla contaminazione del rumore di fondo.
  • L’indagine termografica a infrarossi è un metodo che agisce in base agli sbalzi di temperatura, per individuare l’esatta localizzazione delle tubature nei muri. Queste apparecchiature permettono di individuare la fuoriscita di acqua e trasmetterle sullo schermo di un apposito dispostivo. Questo tipo di indagine è particolarmente indicata anche per le infiltrazioni d’acqua nei tetti.
    Le termocamere vengono utilizzate in presenza di perdite d’acqua che riguardano gli impianti di riscaldamento, ma possono essere adoperate anche per tubature tradizionali.
    Inoltre è bene sapere che il loro uso permette di creare una mappatura delle tubazioni, rendendo possibile preventivare la riparazione migliore.

Localizzare la perdita tramite questi mezzi consente di risparmiare tempo e di agire con tempestività, evitando interventi invasivi alla ricerca del guasto.
Il professionista, una volta effettuate queste verifche, procede a sigillare il buco senza dover necessariamente demolire i muri o sostituire la tubazione danneggiata, anche se questo dipende dalla complessiva situazione dei tubi.

ABITUDINI DA ADOTTARE COME PREVENZIONE
Per evitare il danneggiamento dei tubi è bene sottoporre a manutenzione l’impianto idraulico ogni mese. Capire se il consumo dell’acqua è costante o meno è necessario per controllare, e poi mettere a confronto, i consumi del contatore, così da agire tempestivamente in caso di anomalia.
È inoltre consigliabile fare l’assicurazione dei consumi dell’acqua, che dispongono gli stessi enti eroganti. Questo permetterà di coprire parte dei costi del rincaro della bolletta in caso di perdite.

RICERCA PERDITE ACQUA E RICERCA INFILTRAZIONI ACQUA OCCULTE A FIRENZE E PROVINCIA:

Montaione – Firenze – Barberino del Mugello – Pelago – Rignano sull’Arno – San Godenzo – San Piero a Sieve – Tavarnelle valdipesa – Vaglia – Marradi – Londa – Palazzuolo sul Senio – Capraia e Limite – Cerreto Guidi – Firenzuola – Fucecchio – Gambassi Terme – Greve in Chianti – Certaldo – Barberino Valdelsa – Castelfiorentino – Lastra a Signa – Signa – Scarperia – Borgo San Lorenzo – Dicomano – Rufina – Incisa Valdarno – Figline Valdarno – Pontassieve – Impruneta – Bagno a Ripoli – Fiesole – Vicchio – Reggello – Montespertoli – Vinci – Scandicci – Sesto Fiorentino – Calenzano – Campi Bisenzio – Montelupo Fiorentino – San Casciano in Valdipesa – Empoli